La pesca del tonno alle Seychelles

Il Dottorato di ricerca in Biodiversità ed Evoluzione presso l’Università di Bologna Ecologia, by-catch e tracciabilità genetica degli stock da pesca di tonni tropicali e sub-tropicali” prevede l’effettuazione di esperienze sul campo in alcune delle zone di pesca più importanti per queste specie ittiche.

Le Seychelles rappresentano, grazie alla loro posizione strategica e alla ricchezza biologica delle loro acque, un punto cardine per la pesca di queste specie pelagiche.

Sono ormai due decadi che la pesca industriale dei tonni tropicali ha stabilito alle Seychelles un’importante e robusta attività economica, con la presenza di circa 40 imbarcazioni dotate di reti a circuizione (cd. purse-seiners) appartenenti principalmente a compagnie francesi e spagnole (Fig.1). Portando allo sviluppo di un impianto di trasformazione e al potenziamento del porto con la costruzione di svariate infrastrutture, che hanno introdotto a loro volta nuove possibilità di lavoro per i locali ma anche per lavoratori stranieri. Tutto ciò ha facilitato la formazione di nuove competenze, facendo emergere servizi specializzati.

Fig.1. Sbarco del pescato al Porto di Victoria (Seychelles)

Lo sviluppo della pesca industriale in queste isole dell’Oceano Indiano è coincisa con la nascita della Seychelles Fishing Authority (SFA), o come veniva chiamata agli albori Seychelles Industrial Fishing Authority, con l’obiettivo di promuovere e far sviluppare questa nuova attività commerciale e di fornire al governo locale gli strumenti e le competenze per controllarla e gestirla. Successivamente gli obiettivi e le competenze della SFA furono allargati e potenziati, e ad oggi l’SFA viene riconosciuta come l’organo responsabile della gestione di tutte le attività di pesca, per molte delle quali sono state introdotte delle licenze. In aggiunta, il rapporto scientifico ormai consolidato tra i ricercatori francesi dell’Institut de recherche pour le développement (IRD) con i ricercatori dell’SFA sta portando ad un avanzamento ed un miglioramento delle competenze specifiche, facilitando e velocizzando i processi decisionali volti alla conservazione delle risorse ittiche locali. Inoltre alle Seychelles è presente il quartiere generale della Commissione della pesca del tonno in Oceano Indiano (IOTC), una divisione della Food and Agriculture Organisation (FAO) delle Nazioni Unite. Questo sottolinea ulteriormente l’importanza strategica delle Seychelles nella gestione e nel controllo della pesca dei tonni tropicali.

Gli uffici ed i laboratori dell’SFA, hanno garantito il supporto tecnico al progetto di ricerca soprattutto nella fase di campionamento di tonni di grossa taglia (Fig.2).

Fig.2_Campionamento presso il laboratori della SFA

L’esperienza effettuata sul campo ha permesso di raccogliere numerosi campioni biologici ma anche tante nuove informazioni e conoscenze che permetteranno di poter comparare dal punto di vista biologico stock soggetti a sforzi di pesca e condizioni ambientali completamente differenti tra loro.

Carlo Pecoraro, dottore in biologia marina e Ricercatore presso l’Università di Bologna