“Tonno in scatola, un tesoro di nutrienti”

“Tonno in scatola, un tesoro di nutrienti”

Il tonno in scatola presenta un elevatissimo contenuto di proteine nobili: ben 25 g ogni 100 g di prodotto. Ma ci sono anche altri nutrienti – poco conosciuti ma fondamentali per il nostro organismo come la lisina e lo iodio – che lo rendono particolarmente adatto a chi predilige uno stile di vita ispirato al benessere e al movimento.

 

Proteine

Il fabbisogno di proteine di uno sportivo è leggermente superiore rispetto a quello di un individuo sedentario. Un adulto deve introdurre giornalmente 1 grammo di proteine per chilogrammo di peso corporeo, che corrisponde a circa il 15% delle calorie apportate dalla razione giornaliera complessiva. Chi pratica sport, in relazione al tipo di attività che svolge, può avere bisogno giornalmente sino a 1,2-1,5 grammi di proteine per chilogrammo di peso corporeo. Per far fronte a questa esigenza, il tonno in scatola, conservato sott’olio o in salamoia, è un alimento prezioso per tutta la famiglia, in particolare per chi pratica attività sportiva a livello amatoriale o anche agonistico. Fornisce infatti un’eccellente quantità di proteine di elevato valore biologico, che apportano cioè una quantità di amminoacidi essenziali e non essenziali ottimale per ottenere e incrementare la sintesi proteica. Ciò garantisce il tono e l’efficienza dell’apparato locomotore ed è fondamentale anche per la sintesi di ormoni e neurotrasmettitori, indispensabili per ottimizzare tutto il lavoro muscolare.

 

Lisina e iodio

Rispetto ad altri alimenti proteici come latticini e carni bianche il tonno è tra i più ricchi di lisina, un amminoacido che favorisce la sintesi proteica ed ha un ruolo importante per la produzione di carnitina e quindi di energia durante l’attività sportiva. Allo stesso tempo 100 g di tonno forniscono in media 50-100 µg di iodio, un nutriente importante per la sintesi degli ormoni tiroidei e quindi per il corretto funzionamento della ghiandola tiroidea che modula tutte le attività metaboliche dell’individuo e regola l’accrescimento dei bambini.

 

Contenuto di lisina e di iodio in alcuni alimenti

(mg per 100 grammi di prodotto)

 

Alimento                                           Lisina                         Iodio

 

Tonno sott’olio sgocciolato              2.441                          50/100

Petto di Pollo                                    2.246                          2/5

Filetto di bovino adulto                   1.866                          2/5

Lombo di maiale                              1.737                          2/5

Caciotta                                             1.450                          50

Mozzarella                                         1.200                          50

Ricotta di pecora                              814                             50

Latte di mucca                                  272                             50

 

Fonte: Tabelle di composizione degli alimenti CREA (Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria)  

 

Gli altri nutrienti

Altri nutrienti di cui è molto ricco il tonno sono il fosforo, il calcio, le vitamine del gruppo B ed il ferro. Il fosforo è un costituente di tutte le membrane cellulari e il calcio è fondamentale per numerose funzioni biologiche tra le quali la contrazione muscolare. Il ferro è indispensabile per il trasporto di ossigeno a tutti i tessuti, specialmente ai muscoli e al cervello. Le vitamine del gruppo B garantiscono l’integrità di tutte le funzioni del sistema nervoso. Dunque questi micronutrienti sono indispensabili per mantenere la salute del fisico ed anche la lucidità e la concentrazione necessaria in tutte le attività quotidiane della vita.