TONNO IN SCATOLA, UNA MINIERA DI NUTRIENTI PER UNA GENERAZIONE… SILVER

TONNO IN SCATOLA, UNA MINIERA DI NUTRIENTI PER UNA GENERAZIONE… SILVER

Tonno in scatola per gli over 65

Il tonno in scatola? Un alimento ideale soprattutto per chi ha 65 o più anni di età (quasi 14 milioni di italiani) e appartiene quindi alla cosiddetta “Silver Generation”, così definita anche per le ricche prospettive di vita che le si aprono, fra età media che continua ad allungarsi e condizioni di salute sempre migliori.

Il tonno in scatola è ideale perché aiuta a prevenire e contrastare con successo alcuni disturbi fisiologici legati al passare dell’età, con i quali chi ha superato i Sessanta deve comunque fare i conti. Fra questi la sarcopenia, che consiste nella perdita di massa muscolare associata alla riduzione di forza e di performance fisica, e riguarda il 30% degli Over Sixty.

L’affermazione è del nutrizionista Pietro Migliaccio, Presidente emerito della Società Italiana di Scienza dell’Alimentazione (SISA).

MIGLIACCIO: “IL TONNO IN SCATOLA ALLEATO DEL BENESSERE DEGLI OVER 65”

Per combattere la sarcopenia è fondamentale assumere il giusto apporto giornaliero di proteine nobili, ricche di aminoacidi essenziali: 0,8-1,2 grammi pro-chilo al giorno, da distribuire durante i 3 pasti quotidiani. E poiché gli alimenti di origine animale sono quelli che ne contengono di più, i nutrizionisti raccomandano pesce 4-5 volte a settimana, carni preferibilmente bianche 2-3 volte a settimana e latte ogni giorno. Uniti a un regolare e moderato esercizio fisico.

In questo contesto il Prof. Migliaccio ribadisce come il tonno in scatola sia tra i cibi più indicati per soggetti tra i 65 e i 74 anni. “È ricco – spiega – di proteine di alto valore biologico, molto utili per contrastare la sarcopenia, che si verifica con il passare degli anni in tutti i soggetti ma in particolare in chi ha praticato attività fisica, anche a livello amatoriale. Inoltre, il tonno in scatola fornisce nutrienti preziosi per la salute del cuore e delle arterie, quali gli acidi grassi omega 3, ed è ricco di vitamine e sali minerali che con il loro potere antiossidante contrastano i processi dell’invecchiamento, migliorando le funzioni cognitive-cerebrali e la salute di ossa e denti. È un alimento di facile masticazione ed alta digeribilità. Infine, ha un ridotto contenuto di sodio”. Il tonno in scatola, conclude il Prof. Migliaccio, “è alleato del benessere, in quanto parte integrande della Dieta Mediterranea”, uno dei segreti della nostra longevità (l’Italia è il Paese più longevo al mondo dopo il Giappone, fonte Istat).

IL TONNO IN SCATOLA AMICO DELLA SALUTE, NOSTRA E DELL’AMBIENTE

Ci sono altre, numerose, caratteristiche che fanno del tonno in scatola un grande amico della salute, nostra e dell’ambiente. Ne ricordiamo alcune.

  • È un prodotto naturale, senza conservanti, che non ha bisogno di additivi: solo tonno, acqua o olio, sale marino, aromi naturali e nient’altro.
  • È sostenibile, specie se paragonato ad altri alimenti proteici, perché non genera perdite alimentari o scarti.
  • ha una lunga “shelf-life”, cioè il periodo di tempo in cui mantiene intatte le proprie caratteristiche qualitative nelle normali condizioni di conservazione.
  • Viene conservato a temperatura ambiente, con evidenti benefici energetici.
  • È economico e accessibile, un efficace antidoto allo spreco: solo l’1% del tonno che utilizziamo finisce nel cestino.
Articolo pubblicato il 04/10/2018